Pubblicità

La denuncia arriva dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua: “Questa mattina i vigili inviati dal dipartimento patrimonio del comune di Roma sono entrati nella sede del Forum Italiano dei movimenti dell’acqua e delle altre associazioni con sede presso il Rialto Sant ambrogio a Roma, impedendo l’accesso a tutti coloro che da anni quotidianamente fanno vivere uno spazio altrimenti abbandonato”, scrivono in una nota.  “È qui che si è fatta la storia del movimento dell’acqua che ha portato alla vittoria del referendum del 2011, spesso rivendicato dalla stessa giunta Raggi e dal Movimento 5 stelle. Evidentemente la loro prima stella si è prosciugata”.
Gli attivisti hanno detto di non aver avuto nessun contatto  con l’amministrazione Raggi e hanno chiesto un incontro con l’assessore al Bilancio e Patrimonio Andrea Mazzillo.  “Sono mesi che insieme alla rete Decide Roma e a decine di associazioni ci siamo battuti per trovare una soluzione alla vicenda patrimonio del Comune di Roma e riordino delle concessioni e chiedendo il riconoscimento del valore sociale delle nostre attività in questi spazi, che come l’acqua non possono essere messi a profitto”.
Il Campidoglio ha risposto con una nota immediata firmata proprio Andrea Mazzillo: “Venerdì verrà sottoposta all’approvazione della Giunta Capitolina una memoria che, sostanzialmente, recepisce l’ordine del giorno approvato all’unanimità dall’Assemblea Capitolina lo scorso 9 febbraio. Sulla base del provvedimento che verrà approvato, daremo mandato agli uffici di sospendere i provvedimenti di rilascio degli immobili dati in concessione per attività senza fine di lucro, nelle more dell’approvazione del nuovo Regolamento sulle concessioni attualmente in discussione presso la competente commissione Patrimonio di Roma Capitale”. Si vedrà.