Pubblicità

Analizzare scientificamente tutti i commenti  arrivati a Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook quando ha chiesto agli utenti di esprimersi sugli errori commessi nei suoi mille giorni di governo e su cosa concentrarsi nei prossimi mille: a farlo, con tanto di infografiche, Pierluigi Vitale Rita Lisa Vella, che si occupano  di ricerca nell’ambito del laboratorio  Digital Humanities  + Information Design Lab dell’Università di Salerno (www.datafactorylab.it /  www.socialistening.it), dove si occupano di analisi dei media digitali e di visualizzazione dei dati.

Il Fatto Quotidiano aveva fatto un lavoro simile e aveva analizzato oltre 12mila commenti  da un punto di vista giornalistico. Ma ora il segretario del Partito Democratico potrà ricorrere anche ad un’analisi dettagliata, statistica e quindi anche più attendibile e professionale. Hanno esportato tutti i commenti e li hanno processati con algoritmi di linguistica computazionale. Il risultato è quindi molto attendibile.

Gli studiosi hanno identificato 10  macro categorie, ben riassunte nell’infografica qui di seguito (cliccaci sopra per ingrandirla):

renzi

 

Depurato dalla percentuale di commenti elegiaci e di ringraziamenti, il maggior difetto attribuito a Renzi sembra essere stata la sua lontananza dai cittadini (15,8 per cento), la personalizzazione del referendum (10,01 per cento) e l’aver trascurato il comparto giovani e sud (9,67 per cento).