Pubblicità

Ai poliziotti, ai carabinieri e anche ai militari forse piacciono i Cinque Stelle. E’ uno dei dati che colpisce di più nell’elenco degli ammessi alle “primarie” web del M5s per il Comune di Roma.

Dopo la scrematura ad opera dei sette parlamentari romani, sono rimasti in corsa 209 nomi sui 233 che si erano proposti. In lizza i quattro ex consiglieri comunali, tra cui Virginia Raggi e Marcello De Vito – i più accreditati per la candidatura a sindaco (con l’avvocatessa che pare favorita) – e il giornalista de La 7 Ivo Mej. Ma pronti all’esame del voto ci sono anche diversi militari e appartenenti alle forze dell’ordine, tutti iscritti al Movimento, e in possesso di una serie di requisiti (tra i quali il non essere iscritti a logge massoniche, ad esempio).

Dei 209 candidati, le donne rappresentano circa il 30 per cento, e l’età media è attorno ai 47 anni. Tutti hanno girato video di presentazione da 4 minuti l’uno, con un operatore indicato dal M5s e uno stesso sfondo, così da evitare favoritismi. Tra domani e lunedì, sul blog di Grillo uscirà il primo post per la selezione. Gli oltre 9mila iscritti romani sceglieranno sul portale 48 nomi, da cui nel turno successivo usciranno i 10-15 che si giocheranno il posto da candidato sindaco. L’obiettivo è avere il nome per il Campidoglio entro 10-15 giorni.